Accedi al sito
Serve aiuto?

News

Contributi a fondo perduto del 65% per agevolare le aziende a smaltire l'amianto

Scade il: 5 Maggio 2016

Contributi a fondo perduto del 65% per agevolare le aziende a smaltire l'amianto. 

Col bando Isi 2015 l’Inail ha offerto una possibilità agevolata a tutte le aziende che volessero provvedere a smaltire l'amianto dalle proprie strutture. Ne è dimostrazione il fatto di aver predisposto una linea del Bando ISI INAIL 2015 dedicata solamente allo smaltimento dell'amianto, prevendento che il 30% dei contributi previsti siano dedicati alle aziende che porranno in essere interventi per lo smaltimento dell'amianto.

Lo stanziamento infatti previsto dal presente Avviso spettante alla sola Regione Sicilia è pari a complessivi € 17.538.923 Euro di cui:

  • 12.277.246 Euro  per  i  progetti di investimento  ed i progetti per l’adozione di modelli organizzativi e di responsabilità sociale (di cui all’allegato 2);  

  • 5.261.677 Euro per i soli progetti di smaltimento di amianto                                


​Con il Bando ISI INAIL 2016 sono finanziabili pertanto, oltre allo smaltimento dell'amianto, tutta una serie di investimenti come ad esempio:

  1. impianti antincendio,

  2. impianti elettrici a norma,

  3. piattaforme mobili di carico

  4. muletti e argani

  5. sostituzione tetti dei capannoni in amianto

  6. bobcat ed escavatori

  7. pavimentazione antiscivolo

  8. copricassoni per camion

  9. messa in sicurezza muri di cinta

  10. dispositivi di aspirazione

  11. sostituzione impianti realizzati prima del 1996 e tutti quegli investimenti atti ad aumentare la sicurezza dei lavori.


Il contributo è compreso tra un minimo di 5.000 euro ed un massimo di 130.000 euro ed i progetti il cui fondo perduto sia superiore a 30 mila€ possono essere oggetto di un’anticipazione pari al 50% , con fideiussione bancaria.

L’invio delle domande avverrà attraverso il sito del INAIL. La presentazione delle domande avverrà per step. Il primo step è rappresentato dalla presentazione delle domande a partire dalla data del 1 Marzo 2016 per la valutazione del punteggio minimo necessario alla partecipazione. A partire dal 05 Maggio 2016 le imprese che abbiano raggiunto o superato la soglia minima di ammissibilità prevista, pari a 120 punti, e salvato la propria domanda, potranno accedere all’interno della procedura informatica per effettuare il download del proprio codice identificativo che le identificherà in maniera univoca e potrà partecipare al click day.

L'incentivo potrà essere richiesto anche dalle aziende agricole ma con un limite massimo di contributo pari a 15.000 euro, per via del regolamento de minimis.

Per informazioni, consulenze sulla compilazione delle domande di ammissione, perizie giurate e DVR propedeutici per la partecipazione al Bando ISI INAIL 2015 in oggetto, potete contattarci scrivendo ad info@tryinvest.eu